Visualizzazione post con etichetta commenti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta commenti. Mostra tutti i post

venerdì 21 aprile 2017

Lettera aperta al Premio Strega dell'editore Felix Krull

Ogni concorso a cui si partecipa vi entriamo con un sogno, con una speranza. Non sempre questo sogno si trasforma in realtà. Delusione, un po' di rabbia e ammettiamolo anche un po' di invidia verso chi ha vinto, entrano nel nostro animo; siamo esseri umani ed è anche giusto lasciarsi andare a questi sentimenti. 
Non sempre si può accettare che la giuria ha decretato il libro o il racconto più bello, conosciamo i fili che si nascondono dietro, ed è giusto e corretto dire la propria opinione in merito alle scelte.
Ecco perché pubblico volentieri  questa lettera aperta dell'editore Felix Krull al Premio Strega.

Lettera aperta al Premio Strega
Gentile Dott. Petrocchi, 
ci rivolgiamo a Lei giacché all’interno della Fondazione Bellonci (con tutti i suoi 
misteri) è stato evidentemente assegnato alla Sua persona il compito di comunicare 
con il pubblico. 
Nel 2015, quando La contattammo per la prima volta proponendoLe la 
partecipazione allo Strega del racconto lungo “Fiorelluccia-Una fiaba siciliana”, di 
Lodovica San Guedoro, Lei reagì con una disponibilità che ci sorprese. Non se ne fece 
nulla, quella forma letteraria non era prevista. E forse la Sua disponibilità non era 
altro che diplomazia, dato che avevate appena annunciato ufficialmente l’apertura 
alle piccole-medie case editrici. Ma a noi diede la forza e il coraggio di ritentare 
l’anno successivo con un romanzo della stessa autrice, “L’allegro manicomio”. 
Anche in quell’occasione Lei si mostrò premuroso, ci fece avere i recapiti elettronici 
di alcuni Amici della domenica e, quando riuscimmo a far candidare il libro, si 
congratulò con noi. Allorché, però, in seguito all’esclusione dalla dodicina, Le 
scrivemmo che l’ammissione di case editrici come la nostra si era rivelata la solita 
foglia di fico per coprire giochi già fatti, non si disse d’accordo, ma ci ringraziò 
ugualmente per aver partecipato. 
Nel 2017 la ricerca dei due giurati si è rivelata impresa più ardua e spinosa, ma infine 
la nostra fatica è stata coronata da due candidature “forti”: Dacia Maraini e Maria 
Rosa Cutrufelli. Capirà quindi che la nuova esclusione dalla dodicina abbia avuto per 
noi un sapore ancora più amaro. 
Nelle ultime settimane abbiamo valutato con attenzione gli altri 26 libri presentati e 
non crediamo che, contemplando il solo valore letterario, il romanzo della San 
Guedoro non potesse tranquillamente competere con ognuno dei 12 titoli da Voi 
scelti. Come spiegare quindi quest’esclusione eclatante, tanto più se si considera 
l’autorevolezza delle candidatrici? 
C’è chi ci ha suggerito di non prendere troppo sul serio lo Strega. Ma non sarebbe, 
anche ai giorni nostri, un dovere morale, offrire attraverso il più prestigioso premio 
letterario italiano un’occasione adeguata di spiccare a una scrittrice la cui rara 
maestria nel bell’idioma torna a onore della Vostra nazione? 
Perdoni la franchezza, 
con immutata cordialità, 
Johannes Hoericht 

L’EDITORE 

sabato 8 aprile 2017

71° Premio Strega



 71° Premio Strega
Ecco i 27 libri che sono stati scelti per la LXXI edizione del Premio Strega, ed il 20 aprile il comitato direttivo ne sceglierà 12.
Anche quest'anno sono presenti libri editi da piccole case editrici, per fortuna!
Voi ne avete letto qualcuno di quelli scelti dal comitato?



  • Teresa Ciabatti, “La più amata” (Mondadori)
    Presentato da Stefano Bartezzaghi e Edoardo Nesi
  • Paolo Cognetti, “Le otto montagne” (Einaudi)
    Presentato da Cristina Comencini e Benedetta Tobagi
  • Domenico Dara, “Appunti di meccanica celeste” (Nutrimenti)
    Presentato da Valeria Parrella e Andrea Vitali
  • Anna Giurickovic Dato, “La figlia femmina” (Fazi)
    Presentato da Maria Ida Gaeta e Giuseppe Leonelli
  • Giorgio Dell’Arti, “Bibbia pagana” (Clichy)
    Presentato da Fulvio Abbate e Raffaele La Capria
  • Marco Ferrante, “Gin tonic a occhi chiusi” (Giunti)
    Presentato da Pierluigi Battista e Antonella Cilento
  • Silvana Grasso, “Solo se c’è la luna” (Marsilio)
    Presentato da Lucia Annunziata e Salvatore Silvano Nigro
  • Davide Grittani, “E invece io” (Robin)
    Presentato da Maria Cristina Donnarumma e Roberto Pazzi
  • Wanda Marasco, “La compagnia delle anime finte” (Neri Pozza)
    Presentato da Paolo Di Stefano e Silvio Perrella
  • Chiara Marchelli, “Le notti blu” (Perrone)
    Presentato da Elisabetta Mondello e Giorgio Van Straten
  • Gian Domenico Mazzocato, “Il castrato di Vivaldi” (Biblioteca dei Leoni)
    Presentato da Maurizio Cucchi e Paolo Ruffilli
  • Monaldi&Sorti, “Malaparte. Morte come me” (Baldini&Castoldi)
    Presentato da Franco Cardini e Lucio Villari
  • Matteo Nucci, “È giusto obbedire alla notte” (Ponte alle Grazie)
    Presentato da Annalena Benini e Walter Pedullà
  • Ferruccio Parazzoli, “Amici per paura” (SEM)
    Presentato da Giorgio Ficara e Sergio Zavoli
  • Fabrizio Patriarca, “Tokyo transit” (66th&2nd)
    Presentato da Raffaele Manica e Alessandro Piperno
  • Carmela Pierri, “Mangia con gli occhi” (Aracne)
    Presentato da Antonio Augenti e Simonetta Bartolini
  • Giorgio Pressburger, “Don Ponzio Capodoglio” (Marsilio)
    Presentato da Gianfranco De Bosio e Massimo Raffaeli
  • Nicola Ravera Rafele, “Il senso della lotta” (Fandango Libri)
    Presentato da Filippo La Porta e Paola Mastrocola
  • Alberto Rollo, “Un’educazione milanese” (Manni)
    Presentato da Giuseppe Antonelli e Piero Dorfles
  • Marco Rossari, “Le cento vite di Nemesio” (e/o)
    Presentato da Giancarlo De Cataldo e Fabio Geda
  • Lodovica San Guedoro, “Pastor che a notte ombrosa nel bosco si perdé” (Felix Krull)
    Presentato da Maria Rosa Cutrufelli e Dacia Maraini
  • Vanni Santoni, “La stanza profonda” (Laterza)
    Presentato da Silvia Ballestra e Alessandro Barbero
  • Luigi Sardiello, “Il punto che non conosco” (Licosia)
    Presentato da Masolino d’Amico e Franco Di Mare
  • Tito Schipa Jr., “Orfeo 9 – Then an Alley” (Argo)
    Presentato da Paolo Ferruzzi e Marcello Panni
  • Gianni Tetti, “Grande nudo” (Neo)
    Presentato da Raffaella Morselli e Massimo Onofri
  • Alberto Toso Fei, “Orientalia” (Round Robin)
    Presentato da Roberto Ippolito e Mimmo Paladino
  • Claudio Volpe, “La traiettoria dell’amore” (Laurana)
    Presentato da Francesca Pansa e Carla Tagliarini

lunedì 20 marzo 2017

Convegno di Cultura al Femminile

Carissime amiche ed amici del blog
sabato 18 marzo ero a Milano in veste di relatrice per il convegno: Parole ed immagini al femminile, organizzato da Cultura al Femminile, presso il caftè letterario Gogol'Ostello.
Questo convegno è nato dall'idea della presidente del gruppo: Emma Fenu.
Emma, con la collaborazione di altre iscritte, è riuscita a organizzare alla perfezione un bellissimo incontro su temi femminili, come la violenza, il sesso, il lavoro, la famiglia...
Questo convegno è stato il punto d'incontro delle donne che hanno partecipato in modo diretto, ma anche di tante altre giunte a Milano con la voglia di conoscersi ed abbracciarsi,.
Sì, perché la nostra era solo una conoscenza virtuale e il punto d'incontro il salotto letterario di Cultura al Femminile gruppo di FB, e sito culturale dove postiamo i nostri articoli.
Ebbene la conoscenza si è trasformata in abbracci, sorrisi, emozioni, condivisioni di pensiero. Tante donne di età diverse, ma legate da quel filo importante della scrittura e della lettura hanno trasformato il virtuale in reale.
Devo dire non c'era nulla di diverso, perché tutte siamo vere, sia nel gruppo di FB che all'incontro. Questo  gruppo  si contraddistingue dagli altri per il clima di rispetto verso tutti i componenti che lo animano giornalmente, postando o interagendo con contenuti legati alla letteratura.
Siamo donne gentili e rispettose sempre, senza bisogno di finzioni, ma solo dall'amore di condividere il nostro essere di lettrici e scrittrici.







venerdì 10 marzo 2017

Nuovo look del blog


Carissimi amici ed amiche del blog
vi presento il nuovo look per il mio blog, ideato dalla bravissima Iole! (http://iolecal.blogspot.it/)

Nuovi colori, nuova impostazione e nuove pagine.
Cosa ne pensate?
A me piace moltissimo e a voi?
Buona giornata a tutti/e

lunedì 27 febbraio 2017

Gogol'ostello: Conferenza

Sabato 18 marzo alle ore 16.30 a Milano, al Gogol'Ostello, in via Chieti 1, si terrà un incontro su alcuni temi legati all'universo femminile: PAROLE ed IMMAGINI al FEMMINILE.
Nella conferenza verranno toccate tematiche importanti come la violenza sulla donna, la donna ed il lavoro, ma anche altre più leggere come le donne ed i gatti. Fra tutte le relatrici ci sarò anch'io che affronterò il tema delle scrittrici ed il sesso.

Al termine della conferenza a più voci, ci sarà una tavola rotonda. Seguirà mostra fotografica e reading di poesie e racconti. 
Sarà un momento importante per confrontarci su questi temi e per conoscerci.

Allora vi aspetto!
Maria Lucia



.

martedì 21 febbraio 2017

Un leggero caldo vento di scirocco

Ciao a tutti/e
Il 24 febbraio alle ore 18.00
 a Parma presso la libreria
Piccoli Labirinti, presenterò il mio libro:
Un leggero caldo vento di scirocco.

Chi abita nei paraggi è invitato a partecipare.
Maria Lucia

lunedì 13 febbraio 2017

Baci famosi

Il bacio è il momento in cui si suggella l'amore verso l'altro. Vi sono diversi tipi di baci:  roventi, caldi, passionali, profondi, leggeri, interminabili, focosi, struggenti, maliziosi, innocenti, alla francese, a occhi chiusi o occhi aperti, candidi, erotici, fraterni, materni, acrobatici, fedeli, sinceri, avidi, fervidi, segreti, furtivi, rubati, amorevoli, e potrei continuare all'infinito.
La storia è suggellata da baci importanti e famosi, non solo nell'amore, ma anche nella politica e nelle religioni. Vi sono baci famosi nel cinema, nei cartoni, nell'arte, nella politica ed anche nella quotidianità.
Oggi vi offro una carrellata di foto di baci. 
Quale vi ha più colpito, fra i tanti baci?





..
























giovedì 9 febbraio 2017

Musica ribelle

Tutti scrivono, sono migliaia gli scrittori che si affacciano nel mondo dell'editoria, tra scrittori affermati ed emergenti.
Tra questi anche i cantanti si sono presentati sugli scaffali delle librerie a dettare consigli ed illustrare la loro vita. A volte mi chiedo cosa avranno da raccontare autori che dopo due canzonette, scrivono per decantare le loro gesta. I loro libri campeggiano in prima fila, accanto a nomi di autori illustri, ma cosa hanno apportato nella società? Ormai la musica si è scostata dalle battaglie umanitarie, la musica non è più "Ribelle", non scuote gli animi, non fa riflettere. 
Prima le "canzonette" scuotevano la società, contribuivano a sostenere dei pensieri, erano provocatorie, si schieravano. 
Adesso più nulla.
Allora ditemi perché devo interessarmi alla vita di persone normalissime che hanno cantato canzoni dove amore fa sempre rima con cuore?
Un caro saluto a chi mi legge.
Maria Lucia

lunedì 9 gennaio 2017

Compleanno del blog

Salve a tutti/e
cari amici il sei gennaio dello scorso anno ho creato questo blog, ed è già un anno che mi tenete compagnia,  silenziosamente, ma ci siete e leggete i miei post. 
Non posso che ringraziarvi di questo. 
Sono le vostre visualizzazioni che mi confortano e che mi spingono a pubblicare quasi ogni giorno. Dovrei essere più continua nelle pubblicazioni, ma devo fare i conti con il lavoro, la famiglia e i libri da leggere: tantissimi. Adoro leggere libri di tutti i generi,  poi, con meno velocità, scrivo le recensioni
Il blog ha sicuramente delle pecche, non sono per nulla brava in informatica, e si vede,  andrebbe anche  migliorato dal punto di vista grafico, infatti spesso cambio colore, immagine, sempre nei limiti concessi da Google, ma ancora non sono soddisfatta. Prima o poi mi rivolgerò ad un esperto per rivoluzionare tutto. 
 Anche sul titolo avrei da dire,  scelto di getto, ma  forse non evidenzia il target del blog., per cui oggi cambio il titolo: La lettrice di carta.
Non propongo giveaway, ma se qualcuno di voi mi legge e vuol diventare lettore fisso del blog, non può che rendermi felice. Se mi lascerà la mail, invierò il pdf di un libro.
Un abbraccio a tutti/e voi e ancora grazie!


venerdì 30 dicembre 2016

Buon 2017 LIBROSO

Salve a tutt*
Non so se domani avrò il tempo per fare gli auguri a voi tutti/e che quest'anno mi avete tenuto compagnia con la vostra silenziosa,  ma costante presenza.
Vi auguro un 2017 sereno, tranquillo, in cui ogni giorno possiate apprezzare il dono della vita.
Alla fine, se riflettete, in questa società così veloce, dove nulla si ferma, dove le immagini scorrono senza darci il tempo di riflettere....dobbiamo fermarci e ascoltare i battiti del nostro cuore e di chi ci sta vicino ogni giorno.
Vi auguro di apprezzare la Lentezza della vita, dei piccoli gesti, dei profumi, della pioggia e della luce....
Non può naturalmente mancare un augurio libroso, ho terminato l'anno con questo libro:




e inizierò il nuovo anno con quest'altro:



Buon 2017 a tutti/e voi



martedì 27 dicembre 2016

                                                                                   
 Buongiorno cari lettori
Avete passato bene le feste? Immagino di si.
 Le mie, come al solito negli ultimi anni, a preparare la cena della vigilia e il pranzo di Natale il giorno successivo; ma non preoccupatevi trovo anche il tempo per mangiare tutto quello che preparo, la mia bilancia ne sa qualcosa...
Ricevuto tanti regali? Personalmente non tanti, ma alcuni sono stati graditissimi scommetto che non immaginate quali possano essere stati. 
Vi do un aiuto, una parola di 5 lettere che inizia con L e un oggetto composto da fogli e hanno un profumo speciale per me, ma sono certa ..anche per voi che mi leggete...

venerdì 23 dicembre 2016

Buon Natale


Carissimi lettori
auguro a tutti voi un Natale sereno e pieno di gioia da trascorrere con le persone che amate di più.
Il mio pensiero vola in tutte quelle case o luoghi dove c'è dolore, dove c'è guerra, dove c'è il buio, con la speranza che possano tutti avere un lieve raggio di luce e di vita.









Luce, Pace, Amore di L. Housman


La pace guardò in basso
e vide la guerra,
"Là voglio andare" disse la pace.

L'amore guardò in basso
e vide l'odio,
"Là voglio andare" disse l'amore.


La luce guardò in basso
e vide il buio,
"Là voglio andare" disse la luce.

Così apparve la luce
e risplendette.

Così apparve la pace
e offrì riposo.

Così apparve l'amore
e portò vita.

mercoledì 21 dicembre 2016

Ultimo consiglio di lettura

Carissimi lettori
dimenticavo, se volete potete anche regalare il mio libro!
Anche in formato Kindle ordinandolo su amazon, oppure presso la casa editrice Leucotea o la vostra libreria di fiducia.

Leucotea: http://www.edizionileucotea.it/it/home.php?s=0,1,2&pg=2&dfa=do25&diditem=2775

https://www.amazon.it/Un-leggero-caldo-vento-scirocco-ebook/dp/B01M1CLA9E/ref=tmm_kin_title_0?_encoding=UTF8&qid=&sr=



La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole