Visualizzazione post con etichetta consigli di lettura. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta consigli di lettura. Mostra tutti i post

martedì 10 aprile 2018

Adele Ross "Finché Pamlico sound non ci separi".

Carissimi lettori e lettrici
intanto vi ringrazio per le mail che ho ricevuto, nelle quali alcuni di voi mi hanno incitata a continuare a gestire il blog. 

Parole che ti stimolano ed aiutano ad andare avanti in questa passione comune che abbiamo per la lettura. Una lettura semplice, senza narcisismi, senza pregiudizi, senza quel senso di elevatezza che trovi in alcuni saccenti, che sputano addosso ad alcuni generi, come se fosse spazzatura.

Cari lettori, con me non troverete questo atteggiamento, amo la lettura in senso totale, amo tutti i generi, certo alcuni di più altri meno, questo è naturale. 
Ma non disprezzo.
Perché ogni lettore ha il diritto di leggere il genere che più gli piace. Ogni lettore troverà sempre il libro ed il genere che più gli si addice, a noi blogger tocca dare una varietà di scelte, nelle quali ogni lettore e lettrice del blog, possa trovare il titolo che lo intriga e magari provare altri generi. 

Noi con i nostri consigli dobbiamo stregare il lettore, e fare in modo che decida di leggere quel libro.

Detto questo, vi segnalo l'uscita di un nuovo romanzo di una scrittrice ed amica blogger: 
Adele Ross "Finché Pamlico sound non ci separi".
Leggete la sinossi si presenta interessante per gli amanti del romance.

Buona giornata da Maria Lucia

Sinossi

Isla Wilson è una giovane ecologista e ambientalista. È all'ultimo anno d'università, è attiva nella sua missione per salvare il futuro della terra, è determinata e gestisce, insieme agli amici Lee e Ruby, una webTV dedicata al sociale e alla salvaguardia del mondo e della natura. Ha una vita intensa e le idee incredibilmente chiare in merito alla sua missione, anche se a volte il suo approccio nell'affrontare i problemi è un po' estremista. 
Una paladina che scende in campo ogni volta che può difendendo i diritti dei più deboli, che siano animali in via d'estinzione, foreste a rischio devastazione o lagune protette che rischiano di diventare un cantiere per la costruzione di un porto dove i ricchi possono ormeggiare le loro imbarcazioni da diporto. Come nel caso della laguna di Pamlico Sound, un ecosistema delicatissimo che occupa una zona di mare che parte dalla John Bay, nella contea di Hyde, e arriva alla striscia di banks che la separano dall'Oceano Atlantico. 
Un microcosmo, un micromondo, fragile e stupendo che Finley Jenkins vuole distruggere per denaro.
Finley Jenkins ha quasi quarant'anni, un impero da gestire che conta cantieri navali in tutto il mondo, un carattere autoritario, una vita privata che tiene gelosamente riservata e un appalto con la contea di Hyde, in North Carolina, per poter costruire un nuovo porto nella laguna di Pamlico Sound. 
Tra lui e Isla Wilson è battaglia fin dal primo momento. 
Due caratteri determinati che non intendono cedere abbandonando la propria posizione in merito a Pamlico Sound. Lui e i suoi soci porteranno avanti il progetto in North Carolina e Isla Wilson intende fare di tutto per fermarli. Così tra i due è lotta all'ultimo sangue, a suon di servizi ecologisti diffusi sul web, manifestazioni non autorizzate, arresti e rilasci. 
Uno scontro che non porta a nulla, da ambo le parti. Fino al momento in cui Isla e Finley sono costretti, a causa di una tempesta, a trascorrere la notte insieme in una locanda nella piccola cittadina di Hobacken. Una notte che, inaspettatamente, cambierà le loro esistenze in modo radicale. 
Per una serie di sfortunati eventi e grazie a una legge di cui quasi tutti ignorano l'esistenza i due si ritrovano sposati senza volerlo. Ma, anche da sposati, il loro astio non si affievolisce e la loro guerra non trova comunque una tregua... almeno così sembra, ma le cose non sempre sono come appaiono e quello che sembra odio potrebbe essere la miccia per far divampare una passione bollente e inaspettata anche tra due nemici giurati.


mercoledì 4 aprile 2018

Ultime uscite nelle librerie

Buongiorno amiche ed amici del blog
le festività Pasquali si sono allontanate, restano ancora i chili accumulati, ma alla fine sono soltanto delle piacevoli maniglie sui fianchi che dimostrano il nostro amore per la cucina e per la vita.
Se a questo aggiungiamo che alla corsetta, spazzatrice delle calorie, preferiamo sederci e gustarci un buon libro...

Niente lacrime allora, godiamoci la nostra sedentarietà, ed andiamo ad esplorare le nuove uscite per il mese di aprile in alcune case editrici.

In casa Mondadori  segnalo: Sempre d'amore si tratta di Susanna Casciani.

Sempre d'amore si tratta racconta la storia di Livia, dall'infanzia all'età adulta. E lo fa attraverso lo sguardo delle tante persone che, in momenti diversi, ne incrociano la strada, anche solo per poche preziose ore. Tante istantanee capaci di tratteggiare con precisione l'esistenza di una singola persona ma al contempo di raccontare anche un po' di tutti noi, di quanto sia difficile accogliere l'amore nella nostra vita, prendercene cura, proteggerlo e quanto sia spesso più facile, piuttosto, fuggirlo, maltrattarlo o convincersi di poterne fare a meno.

In casa Newton Compton segnalo il triller Missione vendetta di James Swallow

In casa Sellerio mi intriga molto la lettura di: L'estate del "78 di Roberto Alajmo

È la storia di un addio di cui il ragazzo non aveva avuto sentore, la ricerca di un senso per il commiato improvviso di una madre dal marito, dai figli, dalla vita stessa. Il ritratto di una donna che voleva afferrare il mondo, e il mondo le scappava dalle dita. Un dramma di disagio domestico come forse se ne consumavano tanti, in quegli anni, nel chiuso segreto degli appartamenti della borghesia italiana. È un racconto di grande originalità letteraria, attraversato da una suspense che a tratti toglie il respiro, da un’emozione attenta a trasformarsi in pensiero e parola, da un umorismo necessario ed elegante.
Mai il lettore ha la sensazione di spiare dal buco della serratura il dolore altrui. E questo accade nonostante l’autore accompagni il testo con le foto di una famiglia come le altre, almeno all’apparenza. Alajmo condivide la sua indagine con noi, ci esorta ad appropriarci del suo passato, ad affrontare con lui il mistero del susseguirsi delle generazioni umane. «Statemi a sentire», sembra dirci. E non c’è altro che possiamo fare.

Nella  casa editrice Rizzoli segnalo: Uccidete il comandante bianco di Giampaolo Pansa

La storia del comandante della Cichero mi ha confermato una verità: a tanti decenni di distanza, esistono ancora molti aspetti della nostra guerra civile avvolti nel mistero. Qualcuno dovrà pur svelare certi enigmi. È un compito che non può essere assolto da un autore anziano come me. Ma avverto che non sarà un’impresa facile per nessuno. La storia della Resistenza sbandierata dai vincitori nasconde troppe menzogne. È una narrazione in gran parte falsa e va riscritta quasi per intero. Il tanto demonizzato revisionismo è un obbligo morale per chi non accetta che la propria nazione si regga su un racconto di se stessa viziato da troppe fake news, per usare un’immagine di moda. Soltanto alla fine di questo percorso lungo si potrà davvero ottenere la storia condivisa sempre invocata. G.P.
Infine dalla casa editrice Parallelo45 vi segnalo: Il Labirinto del cuore di Stefano Alberti.

Quattro donne straordinarie. Quattro relazioni parallele in cui l'affascinante playboy Vittorio si ritrova a essere contemporaneamente coinvolto al di là di ogni immaginazione. Una se- ducente amica d'infanzia che il protagonista ha da sempre idealizzato come il grande amore della sua vita lo indurrà in un gioco pericoloso.....
 
Buone letture amiche ed amici.

martedì 27 marzo 2018

Casinò Hormonal di Gianluca Mercadante


Carissime lettrici e lettori
continuo con l'erotismo anche oggi, sarà la primavera che risveglia i sensi, o semplicemente voglia di evadere un po' dalla monotonia di casa e lavoro con un romanzo ironico.

Vi consiglio: Casinò Hormonal di Gianluca Mercadante, edito dalla Casa Editrice Las Vegas.

Un romanzo erotico, ma scritto con uno stile frizzante ed ironico, l'autore ci porta nella provincia di Vercelli per carpire i segreti e le fantasie dei compaesani. Io amo le storie di provincia, dove dietro la normalità si nascondo segreti e fantasie inconfessabili.

Una storia di provincia dove la nostalgia dei tempi passati si mescola con l'erotismo. Se cercate un romanzo hard ma di classe, vale la pena leggerlo. 

Buona lettura Maria Lucia


Scheda libro
Autore: Gianluca Mercadante
Titolo: Casinò Hormonal
Casa Editrice: Las Vegas
Pagine: 164

Sinossi
A indirizzare la vita di Diego e Sandrino, due ragazzini della Vercelli degli anni Ottanta, è la scoperta casuale di un tesoro: una collezione di numeri del fotoromanzo pornografico SuperSex.

 Da quel momento i due amici si appassionano al genere e, una volta adulti, diventano stelle del cinema hard, Diego come attore e Sandrino come regista. Il loro successo raggiunge l’apice con le parodie dei film di 007 e non sembra arrestarsi. 

Almeno fino a quando la celebrata virilità di Diego non inizia a perdere colpi e tutta la sua vita (professionale e familiare) rischia di andare in frantumi. Ma forse è nel passato che Diego può trovare una soluzione ai suoi problemi…


Biografia
Gianluca Mercadante è nato nel 1976 a Vercelli. Ha pubblicato “McLoveMenu” (Stampa Alternativa 2002), “Il Banco dei Somari” (NoReply, 2005), “Nodo al Pettine – Confessioni di un parrucchiere anarchico” (Alacràn, 2006), “Polaroid” (Las Vegas, 2008), “Il giardino nel recinto di vetro” (Birichino, 2009), “Cherosene” (Las Vegas, 2010), “Io ho visto tutto” (Milanonera, 2012), “Casinò Hormonal” (Lite Editions, 2013), “Caro scrittore in erba…” (Las Vegas, 2013), “Noi aspettiamo fuori” (Effedì, 2014), “Casinò Hormonal – Versione integrale” (Lite Editions, 2015), “Caro lettore in erba…” (Las Vegas, 2015). Decine di suoi racconti sono apparsi in antologie, riviste e per il Giallo Mondadori. Ha scritto di critica letteraria per “Orizzonti”, “Pulp” e “Satisfiction”.

giovedì 22 marzo 2018

10 Romanzi erotici

Carissimi autori ed autrici
come promesso,  vi suggerisco alcuni romanzi erotici, in modo da trarre ispirazione per la partecipazione al concorso che vi ho suggerito alcuni giorni fa.

L'erotismo rappresenta il piacere, quindi tutti quei gesti, momenti, atmosfere, parole, colori, profumi..che precedono l'atto sessuale . Ogni atto è mirato al raggiungimento del piacere che può essere intenso, delicato, dolce..ma anche perverso ed estremo.

Ogni autore ha il suo modo di raccontare l'erotismo.
Prima, questo genere di romanzi, era bandito, i libri tolti dalla circolazione, basti pensare a "Lettera scarlatta" di Nathaniel Hawthorne,  ritenuto troppo osé,  perché narrava di un amore tra una vedova ed un prete.

Naturalmente i romanzi devono soltanto ispiravi, tocca a voi scrivere una storia, in cui il piacere sia visto dal vostro punto di vista, non è difficile, quante/i di noi immaginano, pensano, ricordano storie d'amore e di piacere, ma anche soltanto di piacere...

Non vi resta che scatenare la vostra fantasia erotica, perversa o meno, per aspirare a vincere o magari pubblicare il vostro romanzo.

In bocca alla penna ...da Maria Lucia.


P.S. entrate nel sito della casa editrice DAMSTER.....

 Ecco alcuni titoli di romanzi:




"Le età di Lulù" di Almudena Grandes, autrice spagnola la cui scrittura è sempre carnale, erotica, vera, riflette tutto il ritmo della vita spagnola.









" Sade ed i racconti erotici" di  se amate il lato perverso e lussurioso dell'erotismo questa serie di racconti del Marchese de Sade, è il libro giusto.





Se invece vi piace la parte edulcorata, poco veritiera, del sadomaso, la trilogia delle 50 sfumature di grigio, nero e rosso di E.L.James va benissimo.




L'adorabile ed irresistibile "Valentina" di Guido Crepax , il cui caschetto di capelli nerissimi emerge anche visivamente attraverso la sensualissima matita dell'autore.










Histoire d'O di Pauline Réage,  un sadomaso estremo e libidinoso, l'uscita del romanzo destò scandalo e fu accusato di oscenità in Francia.











Personalmente adoro lo stile felino, eccitante e veramente erotico  di Leopold von Sacher-Masoch.  con la sua "Venere in pelliccia",  decretò il termine masochista. Nel romanzo il sadomaso è tutto cerebrale, forse per questo ancora più eccitante.



La stanza del Kimono di Yuka Murayama è uno splendido romanzo  in cui l'erotismo è raccontato con leggiadrezza, potete ascoltare il fruscio della seta dei kimoni. Un romanzo fluido e passionale, per conoscere la sensualità giapponese.






Come non citare Anais Nin, scrittrice ribelle e affascinante, visse la sua vita in piena libertà sessuale come la sua scrittura, sempre vivace e sensuale.  "Delta di Venere" è una raccolta di 15 racconti erotici, in cui unisce il sesso all'esplorazione dell'animo umano. 

Volete un nome più contemporaneo? allora leggete la trilogia di Irene Caio, un'autrice che scrive molto bene, nel campo vastissimo dei romanzi erotici contemporanei.



Altro romanzo contemporaneo di un'autrice americana: Audrey Carlan con il suo romanzo, e serie relativa, "Calendar girl". Una storia romantica, leggera sensuale senza grandi pretese.






Potrei continuare con la lista, davvero vasta, di libri sull'erotismo, ma se volete, potete darmi voi dei suggerimenti.

venerdì 16 marzo 2018

"L'amore brucia come zolfo" di Lucia Maria Collerone.

Carissime amiche ed amici
questo fine settimana sarà denso di letture di romanzi. 
Finalmente sono alla pari con le richieste di recensioni, e potrò dedicarmi alle letture di altri autori. 

Ho anche in programma di postare alcuni articoli per qualche pagina che ho tralasciato in questi mesi.

Oggi vi presento un romanzo che ho in lettura, la cui recensione la presenterò in un altro sito, con il quale collaboro: Cultura al femminile.

Il romanzo mi ha appassionato per la scrittura e per l'ambientazione: la "mia" Sicilia.

Il titolo del romanzo è: "L'amore brucia come zolfo" di Lucia Maria Collerone. 

Un romanzo storico ambientato tra due mondi diversi, quello povero delle zolfatare e quello ricco della nobiltà dei baroni. 
Una storia d'amore intensa che ...brucia  come zolfo.



Sinossi
L’opera è un romanzo storico ambientato nella città di Caltanissetta nel momento in cui essa è il centro mondiale dello zolfo e la grande storia dell’Indipendenza dell’Italia e dell’economia basata sull’estrazione dello zolfo fanno da sfondo alle vicende sociali e umane di due classi sociali: quelle degli zolfatari e delle loro donne, che lottano duramente per sopravvivere in condizioni di vita e di lavoro disumane e aberranti e dei nobili padroni delle miniere che gestiscono la ricchezza e governano le povere, disperate dei “diavoli della pirrera”. Molte storie s’intrecciano con il loro carico di sofferenza e umanità, esseri umani schiacciati dalla povertà assoluta e dalla disperazione, che si ergono a titani e non arretrano davanti al dolore, alla crudeltà del reale e rispondono alla vita con coraggio e forza sorprendenti. Ci sono uomini che le convenzioni sociali stigmatizzano e costringono in scelte di vita senza scampo, senza libertà. Protagonista è Cecilia eroina tragica che spicca prepotentemente per la sua bellezza d’animo, la sua capacità d’amore abnegazione per la famiglia, per la sua capacità di sognare oltre il reale e che accetta la prigionia di un amore dorato per sfuggire all’abbandono, alla solitudine, ai pregiudizi che la avvolgono in una comunità becera e incapace di condivisione, troppo oppressa dalle sofferenza di una vita meschina. Cecilia è sola in un mondo dove l’anello debole è la donna, dove quando una donna non ha un uomo a proteggerla essa può solo diventare una prostituta. La sua bellezza particolare, diversa, quasi regale e la sua furbizia arguta, nonché la sua intelligenza operosa, la rendono appetibile agli occhi del barone che lei incontra e seduce quando è poco più che una bambina. L’intreccio assorbe per il turbinio delle azioni, per il continuo cambio di azione e di situazione, per i capovolgimenti e gli eventi, che non coinvolgono solo Cecilia, ma tutto il mondo che è intorno a lei sia umano che storico. La scrittura è veloce e curata nei particolari, crea immagini vivide e forti che nella mente del lettore diventano come scene da un film. La storia narrata ha la sua fonte in una storia vera, realmente vissuta, i personaggi sono realmente esistiti e l’impianto della cornice è storicamente circostanziato e corrispondente al vero storico. Ciò che, invece, è frutto della creatività dell’autrice, è la ricostruzione della storia d’amore, che pur essendo realmente esistita, nel suo dispiegarsi e nell’evolvere dei fatti,è frutto della fantasia narrativa dell’autrice e della narrazione orale di chi è stato realmente a contatto con i protagonisti.

mercoledì 7 marzo 2018

Lucia Scerrato: Le donne, i vicoli, i silenzi.

Carissimi lettori e lettrici
oggi voglio segnalarvi un romanzo di Lucia Scerrato: Le donne, i vicoli, i silenzi.

Un romanzo dal sapore dei ricordi che ognuno di noi custodisce nel cuore, ricordi dal sapore buono come il profumo delle tovaglie ricamate e conservate per l'ospite importante,  ricordi dolorosi  celati nel profondo del cuore e trincerati dentro ai silenzi senza un perché.

Un romanzo di una scrittrice esordiente che sa come narrare le storie, che sa condurre il lettore nei silenzi della sua protagonista: Zia Lala.

Sinossi
Zia Lala ama incantare i propri nipoti con il suono antico delle sue storie, nelle quali riecheggia la magia perduta di un tempo ormai lontano, quasi mitico. Sono racconti di donne forti e semplici come la terra che abitano, da Pinuccia a donna Virginia, da Luigina a Marisetta, accompagnate da uomini attenti e premurosi che con loro condividono i drammi e le gioie di ogni giorno. tuttavia, nel ripercorrere le strade dissestate della memoria, nel cuore di zia Lala torna a vivere un dolore che sembrava svanito e che invece brucia ancora, una lacerante ferita che ha sempre taciuto, nella speranza che smettesse di tormentarla. Ora, però, è il momento di scovare le radici di quella sofferenza, per poter andare avanti senza dimenticare quel che è stato. Lucia Scerrato rivela un mondo femminile fatto di sfiancanti sacrifici, amori sinceri, cocenti delusioni e grande generosità. Sullo sfondo di un piccolo paese nella campagna ciociara, l'autrice lascia che le protagoniste diano voce a un passato che non si nomina mai, perché il solo ricordo atterrisce e ammutolisce.


martedì 6 marzo 2018

WriteUP SITE



Carissimi amici ed amiche
vi presento le copertine di due romanzi della casa editrice WriteUP SITE, una casa editrice nuova,  diretta da una donna: Francesca Pagano. Adesso ho in lettura due romanzi, presto vi dirò di più, intanto guardate come è curata la veste grafica.
M. Lucia


http://www.writeupsite.com/home.html



martedì 20 febbraio 2018

Lo straordinario di Eva Clesis

Carissimi lettori e lettrici
tra la lettura di un libro, il lavoro e la famiglia, cerco sempre di trovare un momento da dedicare al blog. Questo blog rappresenta la mia "pausa", come per alcuni può esserlo lo sport, la sigaretta o il drink. 
Il momento in cui mi rilasso, perché penso a ciò che mi piace veramente, la lettura e la scrittura. Un mondo virtuale, ma poi mica tanto, dove rifugiarmi ed interagire con persone che amano il mio stesso mondo.
 Una piccola comunità, a volte silenziosa, altre no, con cui parlare, segnalare, consigliare, suggerire...
Ed anche oggi, prima di affrontare il turno di lavoro pomeridiano, eccomi a voi con un altro consiglio fresco di stampa, un libro la cui copertina già mi ha stregata.

Scheda libro
Autore: Eva Clesis
Titolo:Lo Straordinario
Casa EDitrice: Las Vegas
Pagine: 220


Sinossi
Alla tenera età di 37 anniLea sta cercando se stessa, ma le basterebbe trovare un nuovo inizio: ha rotto con il fidanzato, ha perso il lavoro presso una rivista di moda e sogna una carriera da giornalista d’assalto. Come se non bastasse, ha una sorella gemella di successo e una madre lontana e ipercritica.
Nonostante pensi di avere più sfiga che talento, le cose iniziano a girare per il verso giusto non appena Lea mette piede nella sua nuova casa, in un condominio della periferia milanese. I suoi abitanti lo chiamano “Lo Straordinario”. I padroni di casa sono una coppia di anziani gentilissimi, la mansarda in cui va a vivere è deliziosa, il prezzo dell’affitto incredibilmente basso, gli inquilini zelanti e prodighi di attenzioni. Tutti sono pronti ad accogliere Lea come in una grande famiglia.
Ma ogni famiglia è infelice a modo suo. E giorno dopo giorno Lea sospetta di essere diventata la pedina di un gioco sconosciuto, prigioniera della sua stessa casa e dei suoi vicini. Come potrà mai riuscire a evadere da ciò che si è trasformato in un Eden asfissiante?

lunedì 19 febbraio 2018

Il sapore dei giorni di Chiara Cesetti



Carissimi amici ed amiche del blog

oggi sono di corsa, devo leggere alcuni libri per poi proporvi le recensioni.

Mi limito a presentarvi il romanzo "Il sapore dei giorni", la  cui recensione del libro l'avevo proposta per il sito di letteratura femminile per cui collaboro.

Un romanzo ben strutturato che ci porta indietro nel tempo, la storia di una famiglia ai tempi della nascita del fascismo, un buon inizio per l'autrice Chiara Cesetti .

Scheda Libro
Autore: Chiara Cesetti
Titolo: IL sapore dei giorni
Casa editrice :Montag editore
Pagine: 305



Sinossi
Un romanzo corale, vissuto, che si dipana nel tempo. Dal primo Novecento al secondo dopoguerra, si sviluppa la storia della famiglia Barrieri, dei quattro figli e di tutti i personaggi che, nel bene e nel male, le ruotano attorno.

 La Prima Guerra mondiale, il duro lavoro in campagna, le epidemie, il fascismo, le fughe all'estero da esuli e una società che muta a volte in modo violento e crudo, fanno da cornice a una serie di accadimenti che trascinano il lettore in uno stralcio fondamentale della nostra storia, dal quale i protagonisti usciranno cambiati.

 A uomini che vivono la loro ribellione con coraggio e determinazione, si affiancano figure di donne forti che sanno dare il meglio di sé nei momenti più difficili. È il sapore dei giorni, che non lascia nulla come prima.

lunedì 12 febbraio 2018

Tre libri a 15 euro - solo per oggi - da Las Vegas Edizioni

Carissimi amici ed amiche
vi comunico quest'offerta, soltanto ora, ma della serie..anch'io lavoro...
Vi consiglio di approfittarne, tre libri a 15 euro vale la pena davvero!!!

Promozione Las Vegas edizionile origini Viva Las Vegas, Il diario dei sogni, Saxophone Street Blues a 15 € 30,00 15,0010 anni fa uscivano Viva Las Vegas, Saxophone Street Blues e Il diario dei sogni.
Erano i primi titoli di Las Vegas edizioni e ora li festeggiamo con una superpromozione! 
a 15 €
Sono comprese le spese di spedizione, gli ebook e una piccola sorpresa! 
L’offerta scade il 12 febbraio, alle 23.59.




http://www.lasvegasedizioni.com/libri/promozioni/promozione-las-vegas-edizioni-origini/?utm_source=Novit%C3%A0+Las+Vegas+edizioni&utm_campaign=8d6b25a42b-EMAIL_CAMPAIGN_2018_02_12&utm_medium=email&utm_term=0_0b2e482bc4-8d6b25a42b-231103713

giovedì 8 febbraio 2018

Akelion di Liliana Masoero


Carissimi amici ed amiche
in attesa della recensione del libro, vi presento il romanzo fantasy di Liliana Masoero: Akelion il ragazzo del pianeta Ombra.

Un romanzo autopubblicato di 366 pagine, la cui sinossi promette bene.

"Un'antica Organizzazione che, nell'ombra, difende la razza umana da efferati assassini che di umano hanno ben poco.
Tra omicidi, indagini, alieni, gatti parlanti, maghi e organizzazioni segrete riuscirà l'amicizia, nata tra i due ragazzi, a superare le barriere che dividono i loro due mondi?"

Vado a immergermi nella lettura, a presto per la recensione, ma prima vado a fare dei suffumigi per curare il mio raffreddore.

venerdì 2 febbraio 2018

"I Colori del Sangue” di Eugene Pitch


Carissimi amici ed amiche del blog
prima di partire per un piccolo WE, vi segnalo un autore emergente, di cui presto vi darò la recensione.

Si tratta di: Eugene Pitch, un autore che ama e conosce il Giappone e la sua non facile lingua.

Ama la letteratura ed ha voluto anche lui esplorare il mondo degli autori con un romanzo di cui è anche editore, il titolo: I colori del Sangue.

Non mi resta che leggerlo per dirvi come è stata la lettura.
Vi lascio la sinossi.

A presto Maria Lucia



Sinossi:
 I Colori del Sangue” di Eugene Pitch

David fugge da un misterioso passato e vive ora a Londra, in un appartamento fatiscente e lavorando come cameriere in un bar. Il professore è il suo unico amico, un uomo che come lui è appassionato darte, cliente del bar e con cui instaura uninsolita amicizia.
Ray, insieme a sua moglie Miranda, vive alla giornata, lavora come fotografo e per questo motivo viaggia in continuazione.

Coshanno in comune Ray e David? Assolutamente nulla, almeno fino a quando una banda di criminali ben organizzata non decide di farli incontrare, rapendo loro le persone più care e costringendoli a collaborare.
I due dapprima si muovono separatamente, luno inconsapevole dellesistenza dellaltro, poi le loro strade si incrociano e da lì in poi dovranno unire le forze e portare a termine la pericolosa missione. Ma perché questi criminali hanno scelto proprio loro? Riusciranno a salvare le persone prese in ostaggio?

Questo thriller è un viaggio che collega le terre più remote e diverse, stregando il lettore con un mistero che ha origini lontane, anche nel tempo. Absorption - I Colori del Sangue è un romanzo carico di colpi di scena, dove lapparenza inganna.

sabato 27 gennaio 2018

Il giorno della Memoria

Il 27 gennaio è il Giorno della Memoria, dedicato a tutte le vittime dell'Olocausto che ha causato la morte di circa sei milioni di ebrei. L'odio razziale ha colpito senza risparmiare alla morte donne o bambini.
Il male si è abbattuto non solo su uomini, donne e bambini ebrei, ma su tutti coloro che venivano considerati essere inferiori.
Essere omosessuale o disabile era sufficiente per essere deportato. Essere pazzo era un altro motivo. Essere semplicemente vicino ad una fila di deportati, e se uno in fila moriva, veniva sostituito e messo in fila al suo posto. Morivano Polacchi e Rom.
Si moriva nei campi di "lavoro". Si pativa il freddo e la fame. Si perdeva la dignità. Non eri più una persona,ma un cumulo di ossa che nella morte trovava la liberazione alla sofferenza lenta e crudele loro inflitta.
Si perdeva la speranza.
Si perché dai racconti dei sopravvissuti abbiamo compreso che l'unico modo per tenersi in vita era legato ad un sottile filo di speranza di riuscire a sopravvivere a quell'orrore.
Non tutti, per fortuna. È grazie a chi non ha perso la speranza, è grazie ha chi ha lottato contro la morte che abbiamo la testimonianza dell'orrore che per anni ha pervaso Europa.
Molte sono le testimonianze ed è importante leggerle e tramandarle. Perché mantenere in vita la memoria degli orrori degli stermini può aiutarci a fermarli. A fare in modo che non succedano più.
Abbiamo il compito di ricordare. Abbiamo il compito di non dimenticare. Abbiamo il compito di vigilare affinché la nostre società non producano altri mostri.
Negare la Storia come alcuni vorrebbero fare è soltanto un modo per generare altre stermini. Ciò non può e non deve accadere, per tutti i milioni di persone ebrei e non che sono stati uccisi, per tutti coloro che sono entrati persone ed sono diventati fumo dei camini di quei terribili forni crematori.
Vi ricordo alcuni testi che potete leggere, per mantenere vivo il ricordo anche voi.












La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole