Visualizzazione post con etichetta slip-reggiseni-tacchi-e.... Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta slip-reggiseni-tacchi-e.... Mostra tutti i post

lunedì 6 giugno 2016

Il ferro da stiro tutte le novità


Buongiorno donne e uomini del web
qual è l'attività domestica che più di tutte odiate fare? La mia risposta è subito detta, senza pensarci nemmeno un nano secondo: STIRARE.
Diciamo che non amo molto nessuna delle altre mansioni casalinghe, ma stirare mi pesa sempre, soprattutto alla domenica dopo gli innumerevoli lavaggi di panni sporchi del sabato, ecco che arriva senza pietà il giorno della stiratura. 
Ahimè!

Sono stati inventati numerosi oggetti che hanno agevolato del tutto le nostre mani, come la lavatrice, la lavastoviglie ma porcaccia la miseria un ferro da stiro che non abbisogna del l'uso delle nostre mani, stando sempre in piedi, ancora non è stata inventata. 

Cari inventori datevi una mossa e svelta anche gli anni passano anche per me e non ho nessuna voglia di continuare a stirare, e sappiate che non sono l'unica. Propongo di creare un movimento per far si che venga sollecitato maggiormente il bisogno di alleviare il dolore alle schiene ed ai piedi di moltissime donne.


Certo nei secoli molte migliore sono state apportate, pensate che il ferro da stiro si cominciò ad usarlo già dall'età del ferro! Wikipedia riporta: 
"Il primo attrezzo assimilabile ad un ferro da stiro risale all'epoca Han (206 a.C. – 221 d.C.) e consisteva in un recipiente di bronzo destinato a contenere braci incandescenti e provvisto di un manico di legno. I contenitori erano spesso decorati in modo molto accurato. Il manico era in legno nei ferri più semplici e in avorio nei ferri delle famiglie più ricche.
Per stirare i romani solevano scaldare piastre di bronzo provviste di manico e passarle sul tessuto."
Per molti secoli i ferri da stiro non cambiarono molto la funzionalità.
Dopo il medioevo verso il 1300 i ferri da stiro furono realizzati con altri metalli come la ghisa e gli vennero dati delle formi più funzionali e d'aiuto alle massaie.
 I primi ferri da stiro con il contenitore dove mettere le braci ardenti di carbone che venivano alimentate da un soffietto fu l'inventore fu Isaac Wilkinson nel 1737
In seguito alcuni furono aggraziati con forme simili alle navi, ma null'altro. 



Tuttavia rimanevano i problemi che i tessuti si sporcavano di cenere
Successivamente venne cambiato il manico che da metallo fu messo in legno che teneva meglio la temperatura e si poteva intagliare personalizzandolo.



Fu inventato anche il ferro da stiro a gas collegando il ferro direttamente al gas, ma molti esplodevano!!






Finalmente il 6 giugno del 1882 venne inventato, Dio ti ringrazio, il primo ferro da stiro elettrico dall'inventore Henry W. Seely, pensate pesava ben 7 kg ed impiegava ore prima di scaldarsi a dovere per iniziare l'antipatico lavoro. 








Arrivo nelle famiglie però soltanto verso gli anni 60,  reso più pratico per l'uso domestico.






La nascita del nostro odiato/amato ferro a vapore è datato 1926, ma anche qui il problema proporzioni lo fece arrivare nelle famiglie soltanto negli anni 70, grazie alla Rowenta . Nel 1982 la Stirella progettò il primo ferro da stiro a caldaia e negli anni hanno notevolmente migliorato le caldaie.






Allora non ci resta che stirare con facilità grazie all'uso delle moderne caldaie o affidarci alle lavanderie.

Dimenticavo possiamo affidarci a questo magnifico esemplare di ferrobot!!!

(Grazie a Wikipedia, accadde oggi  e a Sypel elettrodomestici, per le notizie)




Da un altro approfondimento delle novità in campo da stiro, credo di essere già stata accontentata sul fatto di poter finalmente buttare dalla finestra il vecchio ferro da stiro elettrico o a vapore che sia.
Guardate cosa ho letto su focus:
"Un pallone gonfiato per maggiordomo. Dressman, questo il nome dell'apparecchio, è un manichino costituito da un sacco di tela gonfiabile a forma di busto umano, con tanto di braccia, e da un supporto rigido in grado di soffiare al suo interno aria calda. L'utilizzo è semplicissimo: basta far “indossare” la camicia ancora umida al manichino e premere il tasto di accensione. Dressman inizierà a gonfiarsi, scaldando e tendendo il tessuto della camicia. Dopo un periodo di tempo che a seconda del tipo di tessuto va da 5 a 15 minuti, l'apparecchio soffierà nella camicia aria fredda, così da darle quel minimo di rigidità necessaria per sfilarla senza che si stropicci."



Ma non è finita, proprio oggi sul messaggero hanno scritto l'ultima novità su un apparecchio che piega e stira il bucato, aprite bene le orecchio: 1 MINUTO, ed il costo si aggira sui 750/850 euro, si chiama FOLDI MATE. Questo apparecchio, creato nel 2014, è quasi sconosciuto, soltanto nel 2017 uscirà la versione per le famiglie.
Io mi metto in coda per l'acquisto, e voi?

sabato 28 maggio 2016

Scarpe per veri uomini!!!


Salve donne e uomini del web

dopo aver pubblicato le scarpe "impossibili" delle donne, non poteva mancare un piccolo omaggio anche agli uomini che mi leggono. 
Ed ecco dunque per voi, solo per voi, una carrellata di scarpe davvero improponibili. 
Le più gettonate sono le scarpe a forma di piede, ma non mancano le scarpe dentiera, o la scarpa artiglio, ma anche la scarpa automobile o campo di calcio....
Mi chiedo chi ha il coraggio di indossarle?
Uscireste donne con un uomo che indossa una scarpa simile??
Or dunque rispondete!!














martedì 24 maggio 2016

Scarpe improbabili

Buongiorno donne e uomini del web
torno a parlare di scarpe, forse perché in questo periodo indosso soltanto ciabatte e scarpe di ginnastica extra-large, a causa di un'operazione al ginocchio, sono diventata più diciamo sensibile verso questo meraviglioso oggetto. Infatti a volte guardo i miei tacchi a spillo con una punta di amarezza, allora mi tuffo nel mondo delle scarpe virtuali per ammirarle.
Ebbene in questi tour virtuali ho visto tacchi di ogni tipo, scarpe davvero come dire impossibili, l'autore è un designer israeliano Kobi Levi, la cui mente deve per forza avere una certa come dire .."deviazione"...per creare queste scarpe. Potremo osservare la scarpa BANANA, la scarpa SCALA, DAMINA, GAMBA...e altre ancora. Vengono realizzate a mano e ordinate su misura e le vende anche!!!







Ma sul web ho potuto ammirare anche altre forme che definirle strane è un eufemismo, si può parlare di arte? Non saprei, di sicuro alcune ti fanno proprio ridere, ma più ancora chi le indossa. Certo Lady Gaga in questa miscellanea di scarpe si troverebbe a proprio agio, e voi? C'è una scarpa che comunque portereste?
 Nooo?
Allora se volete solo ammirarle o vi fate un giro virtuale oppure potete recarvi al Victoria and Albert Museum,  a Londra dove vi sono esposti modelli particolari dall'antico Egitto, alle più moderne e costose scarpe di Dior.
Certo un pò costoso dovete prendere l'aereo, soggiornare, pagare il ticket del museo, vi consiglio allora di leggere il mio blog, a proposito prossimamente dedicherò altri post alle ciabatte e stivali strani!

Voi quale indossereste?















giovedì 25 febbraio 2016

Reggiseno e curiosità

Ciao donne e uomini
oggi mentre cercavo su internet dei libri sulla storia del reggiseno, ho letto una notizia particolare sul sito di radio Dee Jay, di un gruppo di donne a NY che amano leggere senza reggiseno,il loro motto è: Bruciate i reggiseni , non i libri. 
Non è inventata, giuro,  vi riporto alcune righe:
Amano la letteratura e le belle giornate di sole. Per dare sfogo alle loro passioni hanno creato un gruppo, la Outdoor Co-Ed Topless Fiction Appreciation Society, che combina l’amore per il topless con la passione per i libri. Complice l’arrivo della primavera, in questi giorni si sono radunate a Central Park, dove è del tutto legale, 
Naturalmente non vi posto le foto, sono troppo osé.





Ho continuato la mia ricerca, ma non ho trovato nessun testo che parli della storia del reggiseno, unico libro REGGISENI E MANICI DI SCOPA di SARAH MLYNOWSKY, ma non mi attira per nulla. Mi sembra una mancanza notevole, nessuno ha mai pensato di scrivere un libro sul reggiseno. 
Potrebbe essere un'idea per il mio prossimo libro. 













Intanto proseguo in questa faticosissima ricerca di reperire altre notizie su questo bellissimo capo intimo. Sono stata premiata ho trovato, sul sito di  focus,  alcuni reggiseni alquanto particolari. Non so se ridere o piangere riflettendo su come la fantasia umana talvolta, esageri e non poco. Naturalmente ho voluto condividere con voi queste strani reggiseni. Adesso siate sinceri quali indossereste care le mie donne? Il reggiseno giardino pensile proposto dai giapponesi, oppure il

reggiseno armato, proposto a San Paolo in Brasile in occasione della manifestazione "The Battle continues" , campagna di sensibilizzazione per la ricerca sul cancro. Non preoccupatevi ne ho trovati altri come il reggiseno-acquario, il reggiseno-spinoso, il reggiseno-luminoso ...
Non sapete quale scegliere? Fate come me, andate a sbirciare su internet e se ne trovate di più interessanti ditemelo!
A presto 
Maria Lucia




La lettrice di cartadiMaria LuciaDesign byIole